Ai Donatori,

un altro anno è trascorso e in Avis è tempo di bilanci.

Alla fine e con molta difficoltà siamo cresciuti ma di poco, pochissimo.

Nonostante i nostri 1200 donatori, che, in linea teorica dovrebbero consentirci di raccogliere almeno 2500 sacche tra sangue intero e plasma, il risultato finale si attesta appena intorno alle 1600 unità.

I costi di cui le Avis sono normalmente oberate negli ultimi anni sono enormemente aumentati, personale, sede, materiale di consumo, trasporto sangue sono tutte spese fisse e vive che non vengono nemmeno minimamente ammortizzate da alcuna entrata pubblica né privata.

La nostra unica “ricchezza” sono i donatori, sono loro che attraverso il loro dono oltre a compiere un gesto di grandissimo spessore morale e di notevole utilità sociale, supportano l’Avis nella gestione e nel mantenimento della propria struttura.

La nostra Avis ha da sempre un potenziale di crescita notevole, il grosso limite contro il quale da sempre dobbiamo fare i conti è la scarsa puntualità dei nostri donatori ed il poco impegno nell’essere attivamente partecipi al progetto complessivo di Avis.

Ambiamo ad educare sempre di più e sempre meglio i nostri donatori ad una maggiore puntualità e presenza ed auspichiamo si impegnino a coinvolgere altri potenziali donatori, per poter continuare a crescere, grazie anche al loro prezioso aiuto.

Vi ricordiamo quindi di rispondere in maniera immediata alle nostre convocazioni e di effettuare la vostra donazione periodica in maniera puntuale e pianificata.

Senza la vostra presenza non potremmo soddisfare la richiesta delle Asp, e non potremmo assolvere al nostro impegno.

Soprattutto tenete sempre a mente che, non sapete dove e chi, ma da qualche parte qualcuno aspetta il vostro dono.

Noi ci siamo, speriamo che anche voi ci siate, precisi e puntuali, per continuare il nostro ed il vostro percorso di solidarietà.

Salvatore Lutri

Segretario Avis Scicli

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*